Dal 13 giugno 2014 nuove regole per gli e-commerce

Il settore del commercio online sta per essere rafforzato con nuovi provvedimenti che entreranno ufficialmente in vigore a partire dal prossimo 13 giugno 2014, quando la tutela per i consumatori sarà ancor più garantita. 
Con l'emanazione della direttiva comunitaria avvenuta lo scorso 26 marzo 2014, l'UE ha infatti deciso di innalzare il livello di fiducia e di trasparenza nei confronti dei consumatori di beni e servizi online.

Le nuove regole, che avranno effetto per tutti gli acquisti compiuti online con un valore minimo pari ad € 50, possono essere riassunte nei quattro punti sotto riportati:

  • Il tempo di restituzione della merce viene accresciuto da 10 a 14 giorni;

  • Da sommarsi ai 14 giorni previsti per la restituzione, ci sono ulteriori 14 giorni dal momento in cui si comunica al venditore la volontà di voler restituire la merce;

  • I tempi di ricezione del rimborso vengono ridotti a 14 giorni, innalzando dunque il potenziale livello di sicurezza percepito dal consumatore;

  • Tutti i costi per le operazioni di rimborso di cui ai punti precedenti, devono essere chiaramente espresse da parte del venditore. Qualora questo non fosse applicato, i costi di rimborso sarebbe a totale carico del venditore.

I numeri del commercio online sono particolarmente consistenti e positivi, tuttavia ancor più impressionante è il potenziale inespresso dell'e-commerce, soprattutto in Italia, dove il margine di crescita è molto elevato, con solo un'azienda su tre presente ed attiva in questo importante settore.


Tuttavia, in attesa che la percentuale di aziende presenti nel commercio online aumenti, la Comunità Europea, mediante l'introduzione delle nuove normative, si pone come obiettivo l'innalzamento del livello di trasparenza e chiarezza nei confronti degli acquirenti, rendendo dunque più stretto il rapporto di fiducia tra venditore e consumatore.

Inserisci un commento












Captcha
( * )

I commenti sono moderati, alcuni dati sono registrati nel rispetto della privacy. Inviando il commento si accettano le condizioni.