MobileGeddon, nuovo algoritmo Google per posizionamento Mobile

Dal 21 aprile 2015 il mobile-friendly è diventato "ufficialmente" un fattore di ranking, con il nuovo aggiornamento di Google che promette di rivoluzionare i risultati del motore per le ricerche effettuate su dispositivi mobili. L'annuncio ufficiale è arrivato direttamente dal blog di Google dedicato ai webmaster, in realtà è bene sottolineare che "ufficiosamente" l'ottimizzazione dei siti internet nella versione mobile era già da tempo un fattore di posizionamento per il motore di ricerca di Mountain View.

L'importanza della User-Experience per Google

Con l'uscita del nuovo aggiornamento, già ribattezzato MobileGeddon per le presunte conseguenze catastrofiche che dovrebbe portare nelle SERP, Google ha l'obiettivo di fornire agli utenti i risultati più rilevanti e puntuali in base al dispositivo che stanno utilizzando, considerando soprattutto che l'accesso a internet tramite smartphone e tablet sta crescendo sempre di più. Questo consentirà agli utenti di ottenere una migliore esperienza di navigazione (user-experience) da dispositivi mobili e non avrà effetti sulle ricerche da desktop.

Cosa cambia con Mobile-Friendliness

Il nuovo algoritmo va sostanzialmente in due direzioni. Da un lato verrà incrementato l'uso del mobile-friendly come fattore di ranking per le ricerche su mobile, andando a premiare i siti ottimizzati per i dispositivi mobili. Per sapere se un sito, agli occhi di Google, viene considerato ottimizzato per il mobile è possibile utilizzare questo test di compatibilità per dispositivi mobili.

Dall'altro lato, Google annuncia che comincerà a inserire nei risultati di ricerca (ribadiamo per le ricerche effettuate su mobile) maggiori risultati relativi alle App, sulla base delle applicazioni per mobile indicizzate dal motore.

Inserisci un commento












Captcha
( * )

I commenti sono moderati, alcuni dati sono registrati nel rispetto della privacy. Inviando il commento si accettano le condizioni.